Psicoterapia sensomotoria

psicoterapia sensomotoria

Che cos’è la psicoterapia sensomotoria

La Psicoterapia Sensomotoria (Sensorimotor Psychoterapy: Fisher & Ogden, 2009; Ogden & Minton, 2000; Ogden, Minton & Pain, 2006) è un approccio ai disturbi post-traumatici e alla psicoterapia in generale sviluppato negli anni ’80.

I progressi delle neuroscienze hanno favorito le ricerche sulle modalità in cui mente e cervello elaborano le esperienze traumatiche. Si è scoperto così che i traumi possono avere ripercussioni anche sul corpo e sul sistema nervoso e che molti sintomi dei soggetti traumatizzati sono guidati a livello somatico.

La psicoterapia sensomotoria è diventata progressivamente un approccio psicoterapeutico integrato, specificatamente calibrato per trattare il Disturbo Post-traumatico da Stress (PTSD) e i disturbi post-traumatici complessi (Fisher & Ogden, 2009).

La psicoterapia sensomotoria, sebbene si radichi sui modelli psicoterapeutici tradizionali, nondimeno si approccia al corpo come elemento centrale nell’ambito della valutazione e dell’intervento terapeutico, utilizzando specifici strumenti di osservazione, teorie e interventi rivolti in primis al corpo, non abitualmente presenti nella maggior parte degli approcci.

La Psicoterapia Sensomotoria si basa sul presupposto che per superare l’evento traumatico abbiamo bisogno di:

  • inibire gli impulsi iniziali
  • essere consapevoli delle vecchie tendenze all’azione
  • sperimentare delle alternative per completare ciò che è incompleto
  • allenarci a eseguire azioni alternative efficaci

Modalità della terapia

Nella pratica clinica della psicoterapia sensomotoria viene riservata una marcata attenzione alla consapevolezza e ai movimenti corporei, a come aiutarci a diventare consapevoli dei nostri corpi, a insegnarci a seguire le nostre sensazioni fisiche e a implementare azioni fisiche che promuovano l’autostima e la competenza.

All’inizio della terapia, veniamo innanzitutto invitati a osservare la relazione tra la nostra organizzazione fisica, le convinzioni e le emozioni. Nell’esplorazione compiuta all’interno del setting impariamo anche a monitorare come le nostre sensazioni fisiche, le posture e i movimenti fisici condizionano i nostri stati emotivi e influenzano le parole e i contenuti che utilizziamo e condividiamo in terapia.

La psicoterapia sensomotoria avviene tramite colloqui individuali in cui veniamo invitati quindi a porre la nostra attenzione sul corpo, a sviluppare consapevolezza dei nostri movimenti corporei e mettere in atto azioni fisiche che favoriscano l’autoefficacia.

Man mano diventiamo consapevoli delle profonde relazioni tra corpo, pensieri ed emozioni. Determinate parole o determinate auto-rappresentazioni possono influenzare la nostra organizzazione fisica e di conseguenza i nostri movimenti corporei.

Grazie alla psicoterapia sensomotoria impariamo trattare l’esperienza traumatica unificando il corpo e la mente. Durante la seduta ci concentriamo sull’esperienza fisica nel momento presente, prendendo consapevolezza delle sensazioni fisiche nel qui e ora. Impariamo dunque a regolare le nostre esperienze fisiche e a modificare la nostra percezione del sé.

 

Vuoi saperne di più? Contattami via mail o telefonicamente e stabiliremo insieme un percorso terapeutico personalizzato.

In questa pagina trovi i miei contatti.