Sostegno alla genitorialità

sostegno alla genitorialità

Il percorso di sostegno alla genitorialità per le  mamme e i papà

Il sostegno alla genitorialità è uno strumento psicologico per affrontare e risolvere le complessità del rapporto tra genitori e figli.

Vi sono numerosi motivi che possono causare un momento di difficoltà nella gestione del ruolo genitoriale

  • Separazioni
  • Divorzi
  • Problemi personali dei figli
  • Fasi del ciclo di vita dei figli, con i loro cambiamenti fisiologici
  • Eventi stressanti per la famiglia (come ad esempio i lutti)

Tuttavia per richiedere un supporto alla genitorialità non è necessario far parte di una famiglia problematica o con situazioni particolarmente traumatiche.

Questo tipo di intervento è anzi utile a qualsiasi genitore che voglia migliorare le dinamiche famigliari e il rapporto con i figli in base anche alla fase di vita che stanno affrontando. I genitori infatti devono rimodulare l’approccio educativo in base all’età dei propri figli, oltre a rivedere aspetti di coppia. Ecco perché la genitorialità è una funzione molto strutturata, complessa e in continua evoluzione, e possono presentarsi spesso delle difficoltà. Ogni momento della vita di un figlio è una novità, è come addentrarsi in un bosco mai esplorato, e non è facile individuare i codici di comportamento corretti.

Ecco perché può essere molto utile intraprendere un percorso di sostegno alla genitorialità. Affidandosi a uno psicologo professionista è più facile interfacciarsi con le dinamiche affettive, comunicative, emotive e relazionali che caratterizzano il rapporto con i figli, in ogni fase della crescita.

Sostegno alla genitorialità: obiettivi

 L’obiettivo di un percorso di sostegno alla genitorialità è far sì che si possa sviluppare una relazione equilibrata e serena con i figli. In particolare, grazie a questo tipo di intervento i genitori possono

  • Riflettere sul proprio ruolo genitoriale, sul rapporto di coppia e su quello con i figli, sull’approccio educativo e le strategie comunicative
  • Acquisire consapevolezza sull’importanza del proprio compito
  • Comprendere meglio i comportamenti, sentimenti, le emozioni, i bisogni e le esigenze dei figli
  • Avere gli strumenti per migliorare le proprie capacità comunicative e lo stile educativo
  • Gestire in maniera efficace le situazioni critiche o gli eventi traumatiche
  • Favorire una migliore crescita dei propri figli

La vita quotidiana è un’opportunità per i genitori, per accompagnare i figli nella crescita e nello sviluppo dell’integrazione. Grazie a questo percorso di sostegno alla genitorialità mamma e papà troveranno risposteconsigli per una comunicazione efficace e per riconoscere quelli che possono essere segnali di disagio; prenderanno consapevolezza delle proprie risorse per intervenire adeguatamente anche nelle situazioni di maggiore difficoltà.

 

Il mio approccio: l’integrazione

sostegno genitorialità disegno bambini

Nel mio percorso di sostegno alla genitorialità ho adottato un approccio basato sull’integrazione. Per integrazione intendo la possibilità di mettere insieme le diverse aree del cervello, ciascuna delle quali svolge un compito differente dalle altre.

L’integrazione è infatti un processo del cervello che organizza le informazioni provenienti dai sensi, dalle emozioni, dai pensieri permettendo di potenziare la risposta adattiva alle situazioni e costruire le fondamenta sottostanti per il comportamento sociale e per l’apprendimento scolastico.

L’integrazione si sviluppa nel cervello del bambino prima e dell’adolescente poi, fino ai 25 anni. Durante questo tempo le figure adulte di riferimento possono influenzarne positivamente lo sviluppo, contribuendo al benessere psicofisico del proprio figlio.

 

Vuoi saperne di più? Contattami via mail o telefonicamente e stabiliremo insieme un percorso terapeutico personalizzato.

In questa pagina trovi i miei contatti.